Cicatrici da acne? Con questi trucchi puoi scacciarle

L’adolescenza lascia tanti ricordi, alcuni piacevoli e divertenti, altri meno – e fra questi, molto spesso, ci sono putroppo le cicatrici da acne. Quando le infezioni legate a questo problema cutaneo iniziano a guarire, infatti, può talvolta rimanere una piccola depressione della pelle, che il corpo tende a riemipre rapidamente, generando delle piccole aree decolorate e ruvide – appunto, le cicatrici da acne. Come è possibile liberarsene, o ridurne la gravità? Ecco cinque metodi comprovati e naturali per risolvere il problema, a seconda della gravità; troverete sicuramente quello che fa per voi!

 

  1. Aloe Vera.
    Per la pelle, l’Aloe Vera è un autentico toccasana, ed è addirittura il rimedio migliore non tanto per curare le cicatrici da acne, quanto per evitare proprio che si manifestino: la sua efficacia è infatti massima nel momento in cui le ferite sono più fresche. È completamente naturale, inoltre, e priva di sgradevoli effetti collaterali.
  2. Bicarbonato di sodio.
    Forse siete abituati ad usarlo solo in cucina, ma sarete meravigliati dallo scoprire che il bicarbonato di sodio è un eccellente rimedio per la pelle, perchè funge da ottimo esfoliante – ossia da sostanza in grado di rimuoverne lo strato più superficiale di cellule morte, ripulendola. Per usarlo, mescolatene un cucchiaino con due cucchiaini d’acqua, sfregate la pasta ottenuta sulla parte lesa, e poi risciacquate.
  3. Ghiaccio.
    Usare il ghiaccio sulle cicatrici non è particolarmente piacevole – anzi, può talvolta rivelarsi doloroso – ma sulle piccole escoriazioni da acne ha spesso ottimi effetti. Non dovrete far altro che passarne un cubetto sulle cicatrici ogni giorno, per circa un quarto d’ora.
  4. Gusci d’uovo.

Molti professionisti della cura della pelle somministrano un trattamento detto Dermoabrasione, che è una sorta di esfoliazione più approfondita. Si tratta di una pratica molto costosa, ma che possiamo effettuare anche a casa con una spesa molto minore: è sufficiente utilizzare dei gusci d’uovo. Dopo averli fatti bollire a lungo, così che siano perfettamente sterilizzati, dovrete tritarli in una polvere sottilissima e ruvida, e mescolarla con un po’ di sapone: avrete un eccellente, ed economico, dermoabrasivo.

  1. Mele e miele.
    Questo è uno dei metodi più popolari, perchè oltre a liberarvi delle cicatrici già presenti può aiutarvi ad evitare un nuovo sviluppo dell’acne stessa. Preparate una maschera riducendo in purea una mela e aggiungete cinque gocce di miele; la applicherete quindi sulla zona interessata e la farete asciugare, per poi risciacquarla. L’effetto combinato restringerà i vostri pori, il che impedirà a germi e sporcizia di otturarli, rendendo più difficile la formazione dei brufoli e dei punti neri.