Dieta e gelato: perché a volte è consigliabile mangiare questo alimento

Dolce amatissimo non solo in Italia ma in tutto il mondo, il gelato viene principalmente visto come il primo alimento da evitare quando si sta a dieta. Quest’ultimo, infatti, viene sempre considerato come uno tra gli alimenti più calorici, in quanto la sua composizione prevede grandi quantità di latte e di zucchero. Questo, però, significa che il gelato debba essere eliminato dalla dieta a proprio, al contrario, con le giuste accortezze è possibile inserirlo all’interno della propria routine settimanale.

In virtù di quanto appena detto, è preferibile informarsi in maniera maggiormente dettagliata riguarda questo argomento. Grazie alle informazioni raccolte qui, nei paragrafi successivi saranno, quindi, fornite alcune importanti informazioni in merito all’assunzione del gelato e ai miti e alle leggende che è meglio sfatare.

Gelato durante la dieta, perché no

Prestando attenzione alle quantità, questo alimento può essere integrato all’interno del proprio schema alimentare. Sia da solo sia accompagnato da frutta, il gelato rappresenta un dolce piacevole e in grado di garantire un importante apporto nutrizionale, in quanto al suo interno sono presenti ingredienti come uova e latte, entrambi ricchi di proteine e amminoacidi essenziali.

A ogni modo, consumare questo alimento durante la dieta significa prestare attenzione a due importantissimi fattori: quantità e gusti. Ovviamente, infatti, è possibile togliersi lo sfizio del dolce, ma occorre sempre fare attenzioni al dosaggio e alla scelta dei gusti, in quanto alcuni presentano una quantità notevolmente maggiore di calorie.

Un’altra leggenda metropolitana riguarda il gelato riguarda le situazioni di intolleranza. Nonostante i soggetti intolleranti ad alimenti come latte e caseina evitino di consumare, questo alimento, in commercio vi sono alcuni gelati realizzati specificatamente per ovviare a tali problematiche.
Chi, invece, non desidera rinunciare a questo gustoso alimento ma, allo stesso tempo, non vuole prendere kg in più, può scegliere tra prodotti a base di soia o di latte di riso. Oltre a risultare particolarmente apprezzati dai soggetti intolleranti. questa tipologia di prodotti si fa apprezzare anche da chi, più semplicemente, desidera tenere sotto controllo la propria salute. Gli ingredienti utilizzati nella realizzazione di questi dolci, permettono, infatti, di contrastare in modo efficace il colesterolo e presentano un’importante quantità di proteine naturali, la cui assunzione favorisce il perfetto svolgimento delle funzioni intestinali.

Rapporto tra dieta e gelato

Un valido alleato per gli amanti di questo dolce è anche il latte di mandorle. Questo, infatti, contiene al suo interno una minima quantità di grassi ed ricco di Omega 3 e calcio.
La base del rapporto tra dieta e gelato vi sono, però, le modalità con le quali questo viene realizzato. In tal senso, è necessario fare una distinzione tra i prodotti i industriali e quelli artigianali.

I primi, infatti, risultano maggiormente leggeri e decisamente meno calorici a causa della grande quantità d’aria presente all’interno, mentre i prodotti di realizzazione artigianale sono caratterizzati da maggiore gusto e, quasi sempre, da una maggiore quantità di calorie, in quanto durante la produzione viene iniettata all’interno del composto una quantità di aria sicuramente minore.

In conclusione è, quindi, possibile affermare che mangiare il gelato durante la dieta è possibile, a patto che questo venga assunto nelle giuste quantità e, soprattutto, facendo attenzione ai gusti selezionati. Al fine di evitare un apporto calorico eccessivo, il consiglio è quello di evitare gusti troppo carichi di grassi ma, al contrario, preferire gusti più semplici, magari realizzati mediante l’uso di ingredienti genuini.

In aggiunta, occorre ricordare che la consumazione di questo alimento non dovrà avvenire con frequenza quotidiana. Non molti, infatti, sanno che il gelato può essere un dolce abbastanza impegnativo da smaltire per l’organismo. Questa è la ragione per la quale è necessario organizzare i pasti in maniera tale da distanziare l’assunzione di questo alimento quanto più possibile.

Veronica Massutti

Sono una blogger con la passione per la scrittura e una voce divertente e spensierata. Scrivo di tutti i tipi di argomenti, dagli hack per la vita al fitness.