Origini e storia del collutorio

Il collutorio può essere un'utile aggiunta alla routine di salute orale e aiuta a prevenire l'alitosi. Sebbene il tipo di collutorio che usiamo oggi non sia stato inventato fino al 1800, le persone si puliscono la bocca risciacquandola da migliaia di anni. A tale proposito, vediamo quali sono le origini e la storia del moderno collutorio per cavità orale e denti, come il prodotto si è evoluto nel corso dei secoli e quali sostanze vengono oggi utilizzate rispetto al passato.

 

Le origini

I primi riferimenti al risciacquo della bocca possono essere trovati in antiche pratiche mediche nell'Asia meridionale, Egitto, Cina, Grecia e nell’antica Roma. I greci e i romani di classe superiore spesso si sciacquavano la bocca usando miscele che includevano ingredienti come sale e aceto. Alcune usavano anche urina, latte di capra o vino bianco, anche se non è chiaro quanto fossero efficaci questi liquidi per la pulizia della bocca. Per molti anni, le culture del Nord e del Sud America hanno utilizzato collutori a base di piante o acqua salata per mal di gola, dentizione o ulcere. Alcune di queste pratiche hanno avuto più successo dei metodi contemporanei utilizzati in Europa, dove le persone usavano un'ampia varietà di soluzioni, incluso aceto con menta o acqua fredda per sciacquarsi la bocca. Ovviamente queste sostanze a lungo termine tendenzialmente corrodevano i denti e i tessuti epiteliali di gengive e cavità orale.

 

I tempi moderni

Il moderno collutorio è stato inventato nel 1800, quando le persone hanno iniziato a usare l'alcol per stabilizzare le miscele e aiutare a combattere germi e batteri. Uno dei marchi di collutori più popolari oggi, è stato tra l’altro originariamente creato per essere utilizzato come antisettico per la chirurgia e per pulire i pavimenti. Tuttavia le soluzioni di collutorio continuano ad evolversi per essere più efficaci per gli utenti che li usavano. Molte aziende infatti ne producono alcuni specificamente progettati per eliminare e prevenire le macchie sui denti e anche soluzioni che evitano di irritare le bocche più sensibili. Inoltre, ci sono collutori che contengono fluoro ideale quest’ultimo per aiutare a rafforzare lo smalto e a prevenire la carie. La sostanza infatti ha il potere di prevenire la carie e di contrastare il germe principale responsabile delle stesse. Per tale motivo esiste oggi la fluoroprofilassi che serve non solo a scongiurare la carie ma anche a ricostruire lo smalto dentale.

 

Gli effetti positivi dell’attuale collutorio

I moderni collutori per essere definiti efficaci secondo uno studio di noti ricercatori, devono pungere la lingua; infatti, questo sarebbe perfetto per soddisfare al meglio le proprie esigenze. Il risciacquo orale clinicamente testato utilizza tra l’altro il potere ossigenante di un acido per combattere istantaneamente i batteri che causano l'alitosi e per mantenere per 24 ore bocca pulita e alito profumato. Questo prodotto inoltre neutralizza i batteri produttori di zolfo e si rivela in grado di aiutare a rinfrescare l'alito, fermare la secchezza delle fauci e prevenire l'alito cattivo mattutino. I prodotti della tipologia appena descritta sono anche senza coloranti, aromi o alcol artificiali, quindi lasceranno con un alito fresco senza la sensazione di bruciore nel caso ci sia un mal di gola. Infine va detto che parliamo di un collutorio che insieme a tanti altri appositamente formulati dalle più note case farmaceutiche sono certificati e disponibili persino anche per soggetti vegani e celiaci. A margine vale la pena aggiungere che ci sono anche collutori la cui formula a tripla azione può uccidere i germi, lasciare la bocca più pulita e fresca senza contare che sono in grado di evitare l’accumulo di placca e di prevenire svariate forme di gengivite.

Giampiero Barretti

Sono uno scrittore freelance a cui piace scrivere di tutto sotto il sole. Sono sempre pronto a collaborare a nuovi progetti.