L’automazione delle apparecchiature da laboratorio e per impianti chimici

Negli ultimi anni molti sono stati i settori che hanno provveduto all’automazione dei propri strumenti lavorativi.
La disponibilità sempre maggiore di sistemi di elaborazione versatili ha permesso di eseguire funzioni di controllo sempre più avanzate mentre il miglioramento dello scambio di informazioni, dato dalle reti di comunicazione e dalla disponibilità di sensori e attuatori “intelligenti”, ha permesso di semplificare i problemi di progetto, di realizzazione e di gestione di un sistema automatizzato e, di conseguenza, di ridurre i costi.
Andiamo a vedere cosa significa “automazione” e di cosa si occupano le aziende del settore.

Di cosa si tratta?

Lo sviluppo delle tecnologie informatiche e l’avvento di Internet hanno portato una vera e propria rivoluzione dei sistemi di automazione.
Con automazione si vuole identificare tutto ciò che è necessario per far funzionare una macchina in modo automatico, ossia senza l’intervento dell’uomo. L’automazione industriale, in particolare, sfrutta tecnologie meccaniche, elettroniche ed informatiche che controllano i processi produttivi industriali, gestendo al meglio i flussi di energia, di materiali e di informazioni.

Dal punto di vista storico, l’automazione è nata per sostituire l’uomo in compiti ripetitivi o nocivi, con apparecchiature in grado di operare in modo autonomo o con minimi interventi da parte dell’operatore umano.

Un sistema di automazione può essere descritto come una Piramide nella quale si possono individuare diversi livelli che partono dalla base del sistema, che è il processo da controllare, e arrivano alle strutture aziendali generali. Le metodologie dell’automazione offrono degli strumenti in grado di progettare gli algoritmi che verranno utilizzati per decidere le azioni da esercitare sull’impianto da automatizzare.

Cosa producono le aziende che utilizzano questa metodologia?

Molte sono le aziende che propongono, a buon mercato, prodotti riguardanti i settori industriali, soprattutto per i laboratori chimici. Un’azienda di questo tipo, mette al centro del proprio merchandising le scelte dei propri clienti, proponendo prodotti variabili in base alle proprie necessità ed affidabili, garantiti e sicuri.

Parliamo di prodotti specifici utilizzati in settori molto particolari, dove ogni singolo elemento deve essere affidabile al 100%. Ecco perché le aziende sicure offrono anche servizi di supporto, in grado di garantirti efficienza e sicurezza sotto diversi punti di vista: commerciale, sintattico e pratico.

Quali sono gli strumenti più utilizzati?

I reattori chimici

Tra gli strumenti più importanti spiccano i reattori chimici, fondamentali in ogni laboratorio. Disporre di un reattore chimico garantisce una sperimentazione sicura. Questi oggetti non sono tutti uguali, ma variano le proprie caratteristiche in base alle necessità. Sono fatti in vetro, e collegati attraverso giunture in acciaio smaltato, garantendo prestazioni di alto livello. Bisogna sempre controllare però il rapporto tra la spesa del reattore e la sua riproducibilità: è quello che viene considerato come l’indice di garanzia del prodotto e tra le caratteristiche chiave di questi oggetti.

I reattori a pressione

Questi prodotti sono utilizzati per le reazioni chimiche sotto pressione, come la fabbricazione di idrogeno e la sua saturazione e anche in questo caso le caratteristiche possono variare in base alle necessità. In questo caso però la sua struttura fisica può essere diversa: in commercio infatti esistono due composizioni del prodotto, quella in vetro e quella in acciaio. La differenza tra le due dipende soprattutto dalla temperatura e dalla pressione alla quale si vuole elaborare la propria sintesi chimica. Grazie alle giunture metalliche (in acciaio per essere più precisi), questi reattori garantiscono una perfetta miscelazione. La struttura esterna è disponibile in diversi materiali metallici, tutti anti corrosione.

Oggi possiamo trovare diverse aziende di prodotti industriali e di prodotti chimici. Non sempre è possibile capire di chi fidarsi e chi no grazie alla vasta scelta sul mercato; un’azienda che si occupa di apparecchiature per laboratori, impianti chimici e sistemi di automazione deve sempre essere seria, efficiente, rapida e sicura per riuscire a diventare leader sul mercato odierno.